Menu Chiudi

Categoria | Decorare

Piante grasse: 10 varietà da coltivare e curare facilmente in casa


Condividi su:


Le piante grasse rivoluzionano il design della casa, mettendo l’accento sul benessere. Coltivare e avere cura di esse, sarà un gioco da ragazzi con questa mini guida. Le piante grasse non avranno più segreti per voi!

 

Piante grasse: 10 varietà da coltivare in casa

Le piante grasse sono delle varietà fantastiche per abbellire la casa. Affinché crescano sane e forti, è necessario prendersi cura di loro e conoscerne le caratteristiche principali. Acquistare la giusta pianta grassa è essenziale per fare in modo che sopravviva al clima in cui viviamo.


Sul mercato ci sono molte varietà di piante grasse. Ne abbiamo selezionato 10 che possono essere coltivate in casa con molta facilità, anche per i pollici verdi meno esperti. Ricordate di prestare attenzione alla luminosità dell’ambiente e alla quantità d’acqua di cui hanno bisogno per star bene.

Un’altra considerazione che va fatta, per garantire la buona salute delle piante grasse è sicuramente dettata dalla scelta del terreno. Infatti, la maggior parte delle volte, avranno bisogno di terreni molto drenanti per evitare che le radici si marciscano.

 

Zamioculcas

Coltivare il Zamioculcas in casa con successo è davvero semplice. Questa bellissima piantina semisucculenta, infatti, si adatta a qualunque ambiente con estrema facilità. Basterà piantarla con l’impiego di terriccio universale e torba.

Non soffre il caldo, si riproduce facilmente e non ha bisogno di molta acqua per sopravvivere.


© stock.adobe

Cactus San Pedro

Per coltivare in casa il Cactus San Pedro è necessario mantenere l’ambiente caldo in ogni periodo dell’anno. Annaffiarlo con un nebulizzatore è un’idea buona, per mantenere il grado di umidità ideale.

È bene che abbiano un’illuminazione adeguata e, in caso in cui fosse impossibile accedere a quella naturale, è un ottima idea procedere applicando una lampada 16-18 ore al giorno.

© stock.adobe

Jovibarba

La Jovibarba è una pianta grassa che per vivere ha bisogno di drenaggio perfetto, ragion per cui l’inserimento di un composto con sabbia sarebbe l’ideale per piantarla. Può resistere anche al freddo, in luoghi con climi davvero rigidi.

© stock.adobe

 


Haworthia cooperi

Haworthia cooperi sono piante che non hanno bisogno di sole per star bene. Sono tipiche piante da appartamento, poiché amano le temperature costanti, che non scendano sotto i 5 gradi. Amano nutrirsi dell’umidità notturna e, per questo motivo, durante l’inverno è possibile sospendere completamente le innaffiature.

© stock.adobe

 

Aloe vera

L’Aloe vera è perfetta quasi per tutte le temperature, purché non scendano sotto lo zero. Riesce a sopravvivere in ambienti molto secchi, ma è necessario piantarle con un terreno misto a sabbia per garantire il drenaggio perfetto. Ricordate, inoltre, che l’Aloe vera non può essere potata!

© stock.adobe

Orostachys

Orostachys è una pianta che non ama molto le annaffiature frequenti e l’inverno, anche se resiste a temperature prossime allo zero.  D’inverno è necessario sospendere totalmente l’annaffiatura e per piantarla, invece, dovrete servirvi di terreno misto di torba e sabbia grossa, per assicurare un buon drenaggio.

© stock.adobe

 


Cactus cuscino di suocera

Il Cactus cuscino di suocera ama stare in zone molto luminose e soleggiate, anche se, d’estate è preferibile che restino all’ombra durante le ore di punta. Per piantarle è necessario impiegare terriccio mescolato a sabbia, pozzolana o lapillo, per garantire un drenaggio ottimo e pochi ristagni d’acqua che marcirebbero le radici.

© stock.adobe

 

Echeveria

Echeveria è un’ottima pianta da appartamento e bisogna considerare che non è adatta ai climi troppo rigidi. Può crescere bene in ambienti molto soleggiati o semiombreggiate. Perfetta per il clima mediterraneo e per la coltivazione in giardino, in caso in cui vi troviate prossimi alla costa o comunque in zone marittime in cui il clima è pressoché mite.

© stock.adobe

Aeonium

Aeonium come la maggior parte delle piante grasse, ama i terreni ben drenati. Non va bene per climi troppo rigidi, poiché non resiste a temperature al di sotto dei 5 gradi. Per quanto riguarda le annaffiature, durante l’estate è consigliabile annaffiarla spesso, ma a distanza di tempo, per evitare che si marciscano le radici.

© stock.adobe

 

Graptopetalum

Graptopetalum è una succulenta e, in quanto tale, non ha bisogno di acqua durante l’inverno. Necessità di un ambiente molto luminoso e tollerano anche i climi più rigidi.

Garantire a questa succulenta dei rinvasi frequenti, è uno dei punti chiave per farla crescere bene. Ricordate che il rinvaso va fatto in periodo primaverile!

© stock.adobe

Guardate anche… Piante assorbi umidità: 6 piante da interno che depurano l’aria di casa

piante-assorbi-umidità

Condividi su:



Segui ideadesigncasa.org su Google News

Segui su Google News



Ispirati...

Preventivi gratis ristrutturazione