Menu Chiudi
Posted in ILLUMINAZIONE, Ristrutturazione

Cos’è il cartongesso, come utilizzarlo per le pareti o per il soffitto?

preventivi gratuiti lavori in cartongesso.

Condividi su:


Il cartongesso per le pareti, soffitto, controsoffitto, i diversi pannelli isolanti, prezzi cartongessista, idee decorative per la casa con lavori in cartongesso.

 

Cosa realizzare con il cartongesso?

Il cartongesso è un materiale idrorepellente, ignifugo, leggero e facile da applicare. Grazie a queste caratteristiche e alla versatilità che lo contraddistingue, è uno dei materiali più utilizzati per le costruzioni edili. 

Costruire pareti in cartongesso in casa è una soluzione pratica che aiuta non solo la separazione degli spazi, ma anche la creazione di ambienti adatti a tutti i generi di abitazioni. La versatilità della struttura in cartongesso, infatti, agevola la creatività e permette di giocare con l’arredamento.


I pannelli in cartongesso possono essere impiegati per la creazione di librerie o scaffali utili soprattutto in caso di mancanza di spazio.    

L’impiego del cartongesso in bagno è una soluzione da impiegare per allontanare i problemi di umidità e resistere alle possibili infiltrazioni.   

Il cartongesso in cucina, invece, può essere impiegato anche per la costruzione di cappe e, in tal caso, è importante scegliere delle lastre ignifughe. Il montaggio stesso del cartongesso è abbastanza rapido e poco invasivo. Per questo motivo, è facile che si opti per il suo impiego.   

È possibile anche impiegare questo materiale al soffitto. Avere in casa un controsoffitto in cartongesso aiuta con l’isolamento termo-acustico, oltre che dal punto di vista estetico. Esistono varie opzioni per usare il cartongesso e creare controsoffitti di alto design in cui inserire faretti.


 

Tipologie di cartongesso

Esistono molte tipologie diverse di lastre di cartongesso, la cui scelta d’impiego dipende solo dall’obiettivo che si vuole raggiungere. Il cartongesso isolante, ad esempio, è un prodotto scelto in caso in cui fosse impossibile operare all’esterno.

Anche le misure dei pannelli in cartongesso dipendono dal tipo di materiali di composizione e, di solito, oscillano tra i 20 e i 50 mm.  

Stanza con inserto realizzato in cargtongesso.
© stock.adobe.com

 


Anche il cartongesso per esterni ha tra le proprietà fondamentali la resistenza all’acqua e agli sbalzi termici. Un cartongesso idrorepellente è indispensabile nelle zone più fredde e piovose.

Il cartongesso coibentato agisce, inoltre, come isolante termico ed è anche un’opzione economica in confronto ad altre.

Parete di mattone ricoperto di materiale isolante.
© stock.adobe.com

 

Il cartongesso ignifugo, invece, è utile per proteggere dal fuoco l’edificio. È, dunque, molto usato per gli uffici per garantire la sicurezza, ma anche in spazi pubblici. Il costo varia, e oscilla tra i 15€ e i 50€.

Controsoffitto con luci LED realizzato in cartongesso.
© stock.adobe.com

 

Il cartongesso antiumido è applicabile negli ambienti chiusi e, per questo, poco aerati. L’applicazione di questo materiale sulle pareti, evita il formarsi della muffa e può essere rivestito da lane minerali, poliestere o aerogel. 

Lavori in cartongesso in mansarda
© stock.adobe.com

 

Pareti e controsoffitti in cartongesso

Come accennato in precedenza, le pareti in cartongesso non sono gli unici modi d’impiego di questo materiale. I lavori in cartongesso, infatti, spaziano dalle creazioni di archi per separare gli ambienti ai controsoffitti.

È possibile anche creare pareti attrezzate e nicchie per la tv o per il camino. La parete attrezzata in cartongesso è una tra le soluzioni più facili ed efficaci per la risoluzione dei problemi di spazio.

© stock.adobe.com

 


Il soffitto in cartongesso è una costruzione semplice e pratica che, oltre alla cura dell’estetica, aiuta l’isolamento termico e acustico della casa.

I controsoffitti in cartongesso, infatti, possono essere usati per mascherare i pannelli coibentanti di fibra, applicati sui soffitti per donare migliore isolamento.

mansarda ricoperta di materiale isolante.
© stock.adobe.com

 

I controsoffitti per le cucine il più delle volte sono delle soluzioni per nascondere gli impianti elettrici. Ovviamente, nel momento in cui si opta per il controsoffitto, bisogna tenere ben a mente che l’altezza della stanza diminuirà.

La cucina in cartongesso è utile soprattutto in caso di mancanza di spazio ed è possibile impiegarlo anche per la costruzione di velette.

salotto open space con lavori realizzati in cartongesso.
© stock.adobe.com

 

I controsoffitti per il bagno possono essere delle soluzioni utili per nascondere gli impianti idraulici e non solo. Infatti, il cartongesso in bagno è uno dei materiali più utilizzati per la sua funzione idrorepellente e, dunque, antimuffa.

In caso di mancanza di spazio, possono essere costruiti anche mobili o scaffali con questo materiale.

Bagno con controsoffitto in cartongesso
© stock.adobe.com

 

Il cartongesso in soggiorno è pratico e facile da montare o smontare. Se applicato al soffitto, aiuta l’illuminazione, soprattutto con la creazione di nicchie per i faretti. Può essere personalizzabile e, per questo motivo, è possibile creare forme e decorazioni uniche. 

In caso in cui abbiate bisogno di pareti attrezzate, la costruzione di scaffali per librerie è molto semplice. 

Salotto con parete realizzata in cartongesso.
© stock.adobe.com

 

Il più delle volte a causa della mancanza di spazio, si opta per gli open space cucina-salone. Ma, spesso, si tenta una divisione estetica e visuale dei due ambienti. I divisori cucina soggiorno in cartongesso sono utili e versatili per far si che si adattino a qualunque situazione. 

Salotto moderno con parete sopra al camino realizzato in cartongesso.
© stock.adobe.com

 


Struttura e spessore di una parete in cartongesso

Lo spessore delle pareti in cartongesso varia a seconda dei pannelli utilizzati. Di solito partono da un minimo di 75 mm, fino ad arrivare a un  massimo di 12.5mm. Lo spessore del cartongesso cambia in base alla destinazione d’uso. 

Lavori in cartongesso in camera da letto
© stock.adobe.com

 

Per la costruzione di un muro in cartongesso è importante la precisione e scegliere bene il materiale isolante, in caso si tratti di una parete divisoria.

La scelta degli spessori delle pareti in cartongesso non dipendono solo dalle funzioni, ma anche dalla struttura metallica utilizzata per contenere la parte coibentata.

Parete cucina con mensole in cartongesso.
© stock.adobe.com

 

Le strutture in cartongesso, grazie alla loro versatilità, possono essere realizzate in tutti gli ambienti. In caso in cui vi è la necessità di utilizzare pannelli fonoassorbenti, ovviamente lo spessore della parete aumenterà. In questa foto, possiamo vedere un bellissimo controsoffitto con faretti LED.

Controsoffitto in cartongesso con faretti LED.
© stock.adobe.com

 

Oltre tutte le applicazioni enumerate, ve ne sono tante altre che possono essere effettuate come per esempio la creazione di porte in cartongesso. In caso in cui non abbiate a disposizione molto spazio, è possibile costruire porte in cartongesso scorrevoli al posto di quelle a battente.

Prezzi cartongessista
© stock.adobe.com

 

I pannelli in cartongesso

I pannelli in cartongesso, proprio grazie alla praticità e alla versatilità che caratterizza questo materiale, possono essere impiegati per diversi scopi. In casa, di solito, il maggior impiego lo si ha attraverso la creazione di divisori in cartongesso.

I tramezzi in cartongesso sono utili poiché facili da costruire e anche da smontare.

© stock.adobe.com

 

Nei casi in cui si voglia ottenere una maggior performance a livello isolante, è consigliabile l’applicazione del cartongesso accoppiato. Questo pannello di cartongesso isolante è ottimo poiché viene per l’appunto unito a materiali isolanti.

Per quanto riguarda l’umidità, invece, esistono pannelli antiumido che grazie alla loro alta traspirabilità, agiscono sulla formazione della condensa e, dunque, servono per prevenire la muffa.

Come già accennato, le misure del pannello di cartongesso possono variare a seconda delle funzioni che ricoprono. Le misure dei pannelli possono essere 50×50 mm, 75×50 mm o 100×50 mm.

 

Montaggio e posa del cartongesso

Il montaggio del cartongesso non è un’operazione complessa, ma bisogna essere molto precisi. Il primo passo per un lavoro ben fatto è prendere le misure in modo tale da essere sicuri sui pannelli da comprare o da tagliare.

© stock.adobe.com

 

Per montare il cartongesso fai da te è necessario tenere ben a mente i passaggi da seguire. É importante iniziare dagli angoli e dalla parte laterale del muro, mai dal centro, in modo tale da non incorrere in problemi di metratura.

Se dovete utilizzarlo per spazi irregolari e abbiate la necessità di modellarlo in base alle forme, è importante sapere come tagliare il cartongesso. Non è necessario, infatti, operare un taglio profondo poiché anche attraverso tagli piccoli, è possibile ottenere un buon risultato.

Per proseguire con la posa del cartongesso bisogna tener presente che prima di collocare i pannelli è importante apporre le staffe per mantenerli. In caso in cui dobbiate collocare i pannelli troppo in alto, munitevi di alzalastre per cartongesso.

© stock.adobe.com

 

Gli attrezzi per il cartongesso servono non solo a lavorarlo, ma anche per le finiture. La stuccatrice per il cartongesso serve per assicurare che la sigillatura duri nel tempo e far garantire un isolamento impeccabile.

La stuccatura del cartongesso consiste in più fasi da seguire per ottenere un lavoro a regola d’arte e, insieme alla rasatura, sono i momenti più delicati del montaggio.


 

Usare il cartongesso per la casa

L’uso del cartongesso per interni è una soluzione che permette la costruzione di tanti oggetti d’arredamento e non solo. Come abbiamo già accennato, l’impiego di questo materiale non è da limitare alle decorazioni.

Dividere la cucina e il soggiorno con il cartongesso, ad esempio, è utile e allo stesso tempo pratico.

© stock.adobe.com

 

Non è necessario optare per la costruzione del muro per dividere gli ambienti. Gli archi in cartongesso sono ottimi per separare, pur mantenendo un’apertura spaziale visiva. Il cartongesso per interni, grazie alla versatilità che lo contraddistingue può essere utile anche per la creazione di cabine armadio.

Le cabine armadio in cartongesso sono impiegate nelle camere da letto in cui non vi è molto spazio per l’inserimento di ulteriori oggetti d’arredamento. Essendo un materiale resistente permette, inoltre, una buona resistenza temporale.

© stock.adobe.com

 

Nei saloni, è importante essere abbastanza risoluti nell’arredamento per evitare che l’ambiente diventi troppo carico di dettagli inutili. Per questo motivo, la creazione di nicchie in cartongesso aiutano a essere semplici ed essenziali.    

© stock.adobe.com

 

L’impiego di mobili in cartongesso è più frequente di quanto si pensi. Anche dal punto di vista estetico, questo materiale permette di personalizzare e creare oggetti unici e su misura. Esempi concreti riguardano l’inserimento di mensole in cartongesso molto strette non presenti sul mercato.

© stock.adobe.com

 

Restando in tema, le librerie in cartongesso hanno un’importanza estrema per il risparmio di spazio e non solo. Infatti, rispetto ad altri materiali, il cartongesso richiede una manutenzione minima affinché resti immutato nel tempo.


© stock.adobe.com

 

Nei soggiorni, l’utilizzo del cartongesso per il camino è una soluzione ideale per personalizzarlo. Optare per un rivestimento dei camini moderni in cartongesso con lastre ignifughe dona una resistenza che altri materiali non possono permettersi.

Grazie alla versatilità e facilità di lavorazione, il cartongesso può essere impiegato seguendo qualunque forma e dimensione.  

© stock.adobe.com

 

Se volete una casa degna di quelle di design, non è necessario fare grandi spese. Attraverso l’impiego di lampadari in cartongesso, ad esempio, potrete scegliere e personalizzare l’illuminazione della stanza in modo tale da avere a disposizione pezzi unici.

Ricordate che esistono soluzioni di faretti a led a incasso nel cartongesso che rendono l’ambiente degno di nota. Dal punto di vista puramente estetico, invece, c’è anche la possibilità di creare velette in cartongesso, giochi di profondità e forme.

© stock.adobe.com

 

Quanto costa il cartongesso?

Il costo del cartongesso può variare a seconda delle dimensioni e delle caratteristiche. Il costo di un singolo pannello in cartongesso standard può arrivare ad un massimo di 5€. Calcolando al mq, i prezzi oscillano tra i 20€ e i 45€.

Se dovete fare dei lavori con il cartongesso, contattate il vostro professionista di fiducia che vi preparerà un preventivo per portare a termine i lavori nel migliore dei modi.


Guardate anche…  Lavori di cartongesso in camera da letto: 15 idee per ispirarsi


Condividi su:



Segui ideadesigncasa.org su Google News

Segui su Google News